.
Annunci online

compagnidiviaggio
10 maggio 2008
di un sabato mattina

Un giorno, non so quando, io ti troverò. Forse incrocerò il tuo sguardo e subito capirò che sei tu o incontrerò i tuoi occhi, quegli occhi che ho visto milioni di volte, e mi sembrerà di vederli per la prima volta. Quel giorno ti dirò di leggere queste righe per farti capire come sto senza di te e quanto mi manchi, anche se non so ancora chi sei. Leggerai di questo sabato mattina in cui mi sento invisibile e con la testa piena di pensieri, così tanti pensieri affollati e confusi. Tutto quello che vorrei forse è solo un po’ di normalità. Mi basterebbe un lavoro mediocre e la gioia che domani è domenica. Vorrei svegliarmi stanca dopo una notte passata a cullare mio figlio che non riesce a dormire. Vorrei sapere che stasera ho degli amici a cena e ancora non so cosa cucinare. Vorrei che questo vuoto fosse colmato dalla tua presenza, dalla nostra noia, dalle nostre giornate grigie, dal nostro star bene anche con niente. Vorrei riuscire a dire davvero chi sono e che cosa voglio. Cosa penso, in questo periodo. Vorrei dire tutto. A te, che di sicuro potresti capirmi. A te, che di sicuro mi ascolteresti. Leggerai di questo sabato in cui vorrei staccare tutto, spegnere il telefono, restare da sola. Non dire una sola parola per tutto il giorno. Le parole più belle le sto conservando per te. E io lo so, lo so che ti piaceranno.

c.d.v.




permalink | inviato da compagnidiviaggio il 10/5/2008 alle 10:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (14) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 52384 volte




IL CANNOCCHIALE